Filippo Domaneschi (Direttore)

Filippo Domaneschi è il Direttore del Laboratorio di Linguaggio e Cognizione. Ha pubblicato numerosi articoli su riviste scientifiche internazionali e ha coordinato progetti di ricerca sul tema dei processi cognitivi coinvolti nella comprensione linguistica. È autore di Introduzione alla pragmatica (Carocci 2014), Presuppositions and Cognitive Processes (Palgrave Macmillan 2016) e, insieme a Carlo Penco, di Come non detto. Usi e abusi dei sottintesi (Laterza 2016). Per Einaudi ha pubblicato Insultare gli altri (2020).

Eleonora Marocchini (PhD student)

Eleonora Marocchini è una dottoranda in Psicologia e Scienze Cognitive all’Università di Genova, con una formazione linguistica. La sua attuale attività di ricerca si concentra sul ruolo delle abilità linguistiche e di Teoria della Mente nella comprensione di atti linguistici indiretti nel life-span e nello Spettro Autistico. I suoi interessi di ricerca comprendono le differenze individuali nell’elaborazione pragmatica, le abilità pragmatiche nell’invecchiamento con particolare attenzione alla produzione off-topic, e la competenza pragmatica in italiano L2.

Maria Alice Baraldi (PhD student)

Maria Alice Baraldi è Dottoranda in Psicologia e Scienze Cognitive presso il Laboratory of Language and Cognition dell’Università di Genova. Si è laureata in Psicologia presso l’Università Vita-Salute San Raffaele nel 2016 e ha frequentato un Master post-laurea in Neuropsicologia nel 2017. I suoi interessi di ricerca principali riguardano le Neuroscienze, la Neuropsicologia e la Psicolinguistica. È coautrice di alcuni studi su popolazioni psichiatriche. Ha condotto una ricerca che indaga le abilità pragmatiche nei pazienti con malattia di Parkinson in fase iniziale, in collaborazione con l’Ospedale San Martino di Genova, e un secondo studio che indaga il declino delle abilità pragmatiche negli anziani.

Edoardo Vaccargiu (PhD student)

Edoardo Vaccargiu è dottorando in Filosofia del Linguaggio presso l’Università di Genova e visiting researcher presso l’Università di Neuchâtel (Svizzera). Ha studiato presso l’Università di Cagliari e l’Università di Torino, approfondendo temi inerenti al linguaggio e cognizione nella filosofia del linguaggio e della mente di tradizione analitica. Le sue ricerche indagano la natura modulare della pragmatica, il ruolo della Teoria della Mente nelle abilità pragmatico-comunicative nella prima infanzia e in popolazioni cliniche con deficit di mind-reading.

Stefania Moretti (Post-doc researcher)

Stefania Moretti ha conseguoto un dottorato in Scienze Sociali - Psicologia, Antropologia e Scienze Cognitive presso l'Università degli studi di Genova. Lavora nell'ambito della psicologia cognitiva e sperimentale e i suoi principali interessi di ricerca riguardano le strategie di categorizzazione, i processi di percezione della numerosità, la cognizione implicita e l'embodied social cognition.

Collaboratri e collaboratori

Robert Reinecke (University of Neuchatel), Valentina Bambini (IUSS Pavia), Diana Mazzarella (University of Neuchatel), Nausica Poscopoulos (University College London), Isidora Stojanovic (ENS - Institute Jean Nicod), Bianca Cepollaro (Università San Raffaele Milano), Greta Mazzaggio (University of Nova Gorica), Nadine Balbach (University of Tubingen), Camilo Rodríguez Ronderos (University of Oslo), Luca Andrighetto (Università di Genova), Alberto Voltolini (Università di Torino), Carola Barbero (Università di Torino), Ivan Enrici (Università di Torino), Massimiliano Vignolo (Università di Genova), Francesca Panzeri (Università Milano Bicocca).